1. Quanti capelli abbiamo?
  2. Cosa determina il colore dei capelli?
  3. Perché i bambini piccoli hanno spesso i capelli più chiari?
  4. I capelli invecchiano?
  5. A che età compaiono i primi capelli bianchi?
  6. Perché i capelli si spezzano?
  7. Perché i capelli diventano opachi?
  8. Perché si formano le doppie punte?
  9. Ho i capelli grassi, cosa posso fare?
  10. Perché ho i capelli secchi se la mia pelle è grassa?
  11. Lavarsi i capelli tutti i giorni fa male?
  12. Perché durante il lavaggio cadono più capelli?
  13. Come posso capire se la caduta è normale o aumentata?
  14. Ci sono dei periodi dell’anno in cui la caduta dei capelli è maggiore?
  15. Come si possono distinguere dei fenomeni passeggeri di caduta dei capelli dall'inizio di una calvizie?
  16. Come si può prevenire la caduta?
  17. Esistono degli esami per valutare la gravità della calvizie
  18. L’esame del capello è utile?
  19. Il mineralogramma può individuare le cause di una caduta?
  20. La forfora fa cadere i capelli?
  21. Perché le persone con i capelli grassi perdono più capelli?
  22. E' vero che il miglior modo di rinforzare i capelli è quello di tagliarli?
  23. Esiste un legame fra stress e calvizie?
  24. Una dieta dimagrante può fare aumentare la caduta dei capelli?
  25. Ci sono cibi da evitare in caso di calvizie?
  26. Usare spesso il cappello o il casco per il motorino aumenta la caduta dei capelli?
  27. Il gel fa cadere i capelli?
  28. Il balsamo aiuta a proteggere i capelli?
  29. Che relazione c'è fra calvizie e vascolarizzazione del cuoio capelluto?
  30. Sono utili le lozioni che contengono cheratina o altri aminoacidi del capello?
  31. Il cloro della piscina rovina i capelli?
  32. E' vero che per mantenere i capelli sani è bene spazzolarli spesso e vigorosamente?
  33. La tintura o la permanente fanno cadere i capelli?
  34. E’ possibile curare la calvizie?
  35. Quale può essere l’evoluzione della calvizie non curata?
  36. Qual è l’età massima entro cui la calvizie è curabile?
  37. Le vitamine sono utili per ridurre la calvizie?
  38. E’ possibile che pur avendo iniziato la terapia con il Minoxidil, si abbia un aumento della caduta dei capelli?
  39. E' utile ogni tanto sospendere la terapia con finasteride o con minoxidil per permettere al corpo di non assuefarsi?
  40. La finasteride è controindicata nella donna?
  41. E’ vero che alcuni estratti vegetali come il saw palmetto sono efficaci nel trattamento della calvizie?
  42. Il trapianto di capelli è una terapia utile o è soltanto un trattamento palliativo?
  43. Il trapianto è una soluzione definitiva al problema?
  44. Non esistono rischi di rigetto dei capelli trapiantati?
  45. E' vero che l'alopecia areata è provocata dallo stress?
  46. E' possibile attaccarsi i pidocchi andando dal parrucchiere?
  47. La tintura dei capelli può causare allergie?
  48. L'alopecia areata è contagiosa?
  49. I capelli mi fanno male, perché?
  50. Perché la calvizie si associa spesso ad un aumento dei peli superflui?

1) Quanti capelli abbiamo?
Il numero medio di capelli è circa 100.000, ma ci sono persone che ne hanno molti di più, fino a 150.000.
Il numero di capelli è inferiore nei soggetti con capelli rossi (80.000) rispetto ai bruni (100.000) o ai biondi (120.000). I capelli biondi, tuttavia, sono i più sottili.

torna su

2) Cosa determina il colore dei capelli?
La matrice del follicolo contiene melanociti, cioè le cellule che producono pigmento. Queste cellule, durante tutta la fase di crescita del follicolo, producono la melanina che viene incorporata nel capello.
Esistono 2 tipi principali di melanine: le eumelanine, di colore bruno-scuro e le feomelanine, di colorito giallo-rosso.
Se i nostri capelli sono neri o castani significa che i melanociti dei nostri follicoli producono soprattutto eumelanine, se sono biondi o rossi feomelanine.
Le ciglia sono generalmente di colore più scuro dei capelli mentre i peli della barba hanno spesso un colorito rossiccio anche nei soggetti con i capelli bruni.
Con l’età i melanociti del capello, per ragioni ancora sconosciute, diminuiscono la produzione di pigmento e i capelli diventano bianchi.

torna su

3)Perché i bambini piccoli hanno spesso i capelli più chiari?
Perché i melanociti del follicolo aumentano la produzione di melanina, a partire dall'infanzia fino alla pubertà. Anche la forma dei capelli si modifica con l'accrescimento: i bambini piccoli hanno talvolta capelli "ribelli", impossibili da pettinare.

torna su

4) I capelli invecchiano?
L'attività ciclica del follicolo fa si che questo produca un capello "nuovo" ogni 3-7 anni. Per questo i capelli si rinnovano periodicamente. Il follicolo però invecchia e con il passare degli anni produce capelli un po’ più sottili. Con gli anni i capelli oltre a diventare bianchi, diventano meno folti e meno resistenti.

torna su

5) A che età compaiono i primi capelli bianchi?
I primi capelli bianchi compaiono sulle tempie intorno ai 30 anni di età. Si può dire che a 50 anni di età circa il 50% delle persone ha il 50% dei capelli bianchi.

torna su

6) Perché i capelli si spezzano?
Il fusto del pelo è molto resistente in quanto le cheratine della corteccia sono molto dure. Se la corteccia viene danneggiata e i legami presenti fra gli atomi di zolfo della cistina, l'aminoacido che costituisce la cheratina dura, vengono rotti (come ad esempio accade effettuando una permanente), il capello diviene fragile e si può spezzare.

torna su

7) Perché i capelli diventano opachi?
I capelli sono lucidi quando la cuticola è integra. Se le cellule della cuticola si sollevano, come avviene ad esempio dopo trattamenti cosmetici aggressivi o sotto l'effetto del calore o del sole, la cuticola non riflette più la luce e i capelli diventano opachi, secchi al tatto e tendono ad aggrovigliarsi facilmente.

torna su

8) Perché si formano le doppie punte?
L'ambiente (pettinatura, spazzolatura, phon caldo, tinture, permanenti, radiazioni solari, cloro della piscina, sudore, inquinamento ambientale) mette tutti i giorni a dura prova l'integrità del capello. I danni ripetuti distruggono dapprima la cuticola e quindi la corteccia, determinando le doppie punte .
E' importante per questo proteggere quotidianamente i capelli in quanto, una volta rovinati, non si possono riparare e l'unico rimedio per le doppie punte rimane un buon taglio. Evitare quindi trattamenti cosmetici non necessari, usare sempre il balsamo, proteggere i capelli dal sole.

torna su

9) Ho i capelli grassi, cosa posso fare?
Ridurre realmente la secrezione sebacea è molto difficile in quanto è necessario agire sugli ormoni.
La velocità con cui il sebo si distribuisce sul capello aumenta quanto più il sebo è fluido ed i capelli sono sottili.
Il calore tende a fluidificare il sebo per cui i soggetti con aumentata seborrea e capelli grassi dovrebbero evitare l'uso del phon caldo.
Anche toccare e pettinare frequentemente i capelli favorisce la diffusione del sebo e peggiora il problema dei capelli grassi.

torna su

10) Perché ho i capelli secchi se la mia pelle è grassa?
Se i capelli sono secchi significa che il fusto è danneggiato e che le cellule della cuticola si sono sollevate. I capelli secchi quindi sono solo un segno di fragilità del capello e non dipendono dalla produzione di sebo.

torna su

11) Lavarsi i capelli tutti i giorni fa male?
No. Anzi è opportuno lavare i capelli spesso e non appena si avverte prurito al cuoio capelluto. Il prurito è infatti, come la forfora, un segno della dermatite seborroica. Dati attuali indicano che questa malattia può rendere più rapido l'aggravamento della calvizie. Contrariamente a quanto molti pensano lavare spesso i capelli non li rende "più grassi" per effetto rimbalzo: la secrezione sebacea non è infatti influenzata dal lavaggio. E’ però importante utilizzare sempre shampoo di buona qualità in quanto gli shampoo aggressivi possono danneggiare il fusto e quindi favorire la disidratazione del capello, la fragilità e le doppie punte.

torna su

12) Perché durante il lavaggio cadono più capelli?
Durante il lavaggio cadono più capelli in quanto il trauma meccanico determina il distacco dei capelli in riposo. Non è possibile che uno shampoo aumenti la caduta dei capelli in quanto il suo tempo di contatto con il cuoio capelluto è molto breve; nessuno shampoo può realmente agire sul follicolo e influenzarne la crescita. Non esistono quindi shampoo "anticaduta" o shampoo "che fanno cadere i capelli”.

torna su

13) Come posso capire se la caduta è normale o aumentata?
Il metodo più semplice è contare ogni giorno i capelli che cadono sia durante il lavaggio (è necessario lavarli nel lavandino) che durante la spazzolatura.
Alternativamente ci si può rivolgere a un dermatologo che può effettuare alcuni esami del capello specifici quali il pull test e il tricogramma.
Un esame del capello ben fatto deve essere effettuato su un campione di almeno 50 capelli. Sono assolutamente inutili gli "esami del capello" effettuati su un campione di pochi capelli caduti naturalmente.

torna su

14) Ci sono dei periodi dell’anno in cui la caduta dei capelli è maggiore?
Sì. In autunno il numero di capelli che ciascuno di noi perde giornalmente aumenta. Dai 50-60 capelli si può passare a circa 100 capelli al giorno, anche di più in alcuni soggetti. Alcuni studi indicano che fra le cause di questa aumentata caduta autunnale può essere determinante l'esposizione al sole durante l'estate.
Vi sono alcuni individui che oltre al picco di caduta autunnale hanno anche un picco primaverile.

torna su

15) Come si possono distinguere dei fenomeni passeggeri di caduta dei capelli dall'inizio di una calvizie?
E’ importante che una maggiore caduta dei capelli venga sempre valutata dal medico che può effettuare una corretta diagnosi in quanto non sempre un’aumentata caduta dei capelli è sinonimo di calvizie. Infatti tutte le malattie dei capelli, che sono moltissime, provocano alla resa dei conti una aumento della caduta.

torna su

16) Come si può prevenire la caduta?
Innanzitutto evitando quanto più possibile le cause "evitabili" più comuni, come il fumo, la dieta o l’assunzione di farmaci inutili. Un trattamento preventivo con lozioni cosmetiche che promuovono la durata dell’anagen e quindi ritardano l’entrata in riposo del follicolo, può essere utile in situazione di stress, in autunno, dopo il parto, quando si effettua una dieta.

torna su

17) Esistono degli esami per valutare la gravità della calvizie?
La gravità della calvizie viene valutata attraverso l’esame clinico utilizzando la scala di Hamilton nell’uomo e la scala di Ludwig nella donna.

torna su

18) L’esame del capello è utile?
Sì, anche l’esame del capello può fornire informazioni importanti circa l’andamento evolutivo della calvizie. Per effettuare un esame corretto è necessario strappare con un’apposita pinza un ciuffo di circa 50 capelli ed esaminarli al microscopio. Con questo esame, che prende il nome di tricogramma è possibile stabilire il grado di assottigliamento dei capelli e se vi è o no, un’aumentata caduta.

torna su

19) Il mineralogramma può individuare le cause di una caduta?
Assolutamente no. I minerali presenti nel capello derivano soprattutto dall'ambiente esterno e quindi non è possibile evidenziare dal capello eventuali carenze generali.
Questo esame è spesso utilizzato a fini prettamente commerciali ed é dimostrato che inviando i capelli della stessa persona a laboratori diversi si ottengono mineralogrammi con risultati completamente differenti.

torna su

20) La forfora fa cadere i capelli?
Si. La dermatite seborroica, di cui la forfora è una manifestazione, può accelerare la progressione della calvizie. E' quindi sempre importante curare la forfora utilizzando uno shampoo adeguato.

torna su

21) Perché le persone con i capelli grassi perdono più capelli?
Perché i capelli grassi e la calvizie hanno in qualche modo la stessa causa. Gli ormoni androgeni infatti oltre a causare la calvizie agiscono anche sulla ghiandola sebacea aumentando la produzione di sebo.

torna su

22) E' vero che il miglior modo di rinforzare i capelli è quello di tagliarli?
No, i capelli non sono un prato. Tagliare i capelli è utile solo se sono presenti doppie punte o altre alterazioni esterne del fusto. Non è di alcuna utilità in caso di caduta o di diradamento. Quando rasiamo i capelli o i peli questi divengono apparentemente più grossi perché asportiamo l'estremità del pelo che è naturalmente assottigliata. Non modifichiamo però in realtà lo spessore o la densità dei peli.

torna su

23) Esiste un legame fra stress e calvizie?
Sì, lo stress può favorire una aumentata caduta di capelli e quindi accelerare la progressione della calvizie.

torna su

24) Una dieta dimagrante può fare aumentare la caduta dei capelli?
Ogni dieta, anche la più equilibrata provoca insieme al dimagrimento una maggiore
caduta dei capelli.

torna su

25) Ci sono cibi da evitare in caso di calvizie?
No, non ci sono cibi controindicati o dannosi per i capelli

torna su

26) Usare spesso il cappello o il casco per il motorino aumenta la caduta dei capelli?
No. Anzi d'estate è sempre opportuno indossare il cappello per proteggere il cuoio capelluto dal sole che è causa di aumentata caduta di capelli.

torna su

27) Il gel fa cadere i capelli?
No. Il gel si deposita sulla superficie del capello, non penetra nel follicolo e quindi non può essere causa di caduta. Lo stesso vale per shampoo, balsami, lacche e prodotti cosmetici per capelli in genere.

torna su

28) Il balsamo aiuta a proteggere i capelli?
Sì, il balsamo è importante per mantenere i capelli morbidi e lucidi in quanto forma una pellicola protettiva che protegge il capello dai danni ambientali. Non protegge però in alcun modo il capello dalla caduta.

torna su

29) Che relazione c'è fra calvizie e vascolarizzazione del cuoio capelluto?
Nessuna, la calvizie è dovuta all'effetto degli ormoni maschili e non al fatto che i follicoli ricevono poco sangue.
I massaggi o i preparati che dilatano i vasi non sono utili a curare la calvizie.

torna su

30) Sono utili le lozioni che contengono cheratina o altri aminoacidi del capello?
No, la calvizie non è dovuta ad una carenza di cheratine e l'assunzione di queste proteine non è di alcuna utilità nel trattamento della malattia. Per di più le cheratine sono proteine di grandi dimensioni e per questo non possono penetrare attraverso il cuoio capelluto e raggiungere la matrice del capello.

torna su

31) Il cloro della piscina rovina i capelli?
Il cloro può danneggiare il fusto e favorire la comparsa di doppie punte o decolorare un po’ i capelli. Non è però causa di caduta.

torna su

32) E' vero che per mantenere i capelli sani è bene spazzolarli spesso e vigorosamente?
La spazzolatura e la pettinatura in realtà danneggiano il capello in quanto sollevano la cuticola. Bisogna evitare di pettinare i capelli quando sono bagnati, soprattutto se non si è applicato il balsamo, in quanto la resistenza del capello diminuisce quando è imbibito di acqua.

torna su

33) La tintura o la permanente fanno cadere i capelli?
No, se correttamente effettuate queste pratiche cosmetiche non agiscono sulla funzione del follicolo e quindi non causano un’aumentata caduta. Attenzione però al "fai da te": se la tintura non è risciacquata correttamente ed oltre al capello rimane colorato anche il cuoio capelluto significa che il colorante è penetrato attraverso la cute! Questo è certamente dannoso e può causare caduta dei capelli.
Un’aumentata caduta può inoltre conseguire ad un'allergia alle tinture o a prodotti per le permanenti.
Dopo una permanente mal eseguita può succedere che i capelli si spezzino causando a volte una alopecia grave.

torna su

34) E’ possibile curare la calvizie?
Sì, l’alopecia androgenetica è oggi assolutamente curabile soprattutto nelle sue fasi iniziali con trattamenti farmacologici in grado di arrestare la caduta ed indurre una ricrescita del capello.
Le terapie più utilizzate sono il Minoxidil in lozione, già in commercio da parecchi anni e una terapia più nuova la finasteride da 1 mg.: un farmaco da assumere quotidianamente e con regolarità per via orale, sotto controllo medico.

torna su

35) Quale può essere l’evoluzione della calvizie non curata?
Quasi certamente la calvizie è destinata a peggiorare. Gli studi attuali dimostrano che in assenza di trattamento la malattia peggiora nel 93% dei casi.

torna su

36) Qual è l’età massima entro cui la calvizie è curabile?
Non esiste un limite di età ma piuttosto una gravità massima della malattia . Uno studio recente ha dimostrato che i trattamenti sono efficaci anche a 75 anni di età. Certamente la calvizie avanzata non è una indicazione per il trattamento.

torna su

37) Le vitamine sono utili per ridurre la calvizie?
No, non vi è alcuna dimostrazione che gli integratori vitaminici siano utili, a meno che non vi siano carenze specifiche. L'assunzione di vitamina A può essere dannosa in quanto aumenta la caduta dei capelli.

torna su

38) E’ possibile che pur avendo iniziato la terapia con il Minoxidil, si abbia un aumento della caduta dei capelli?
Sì, questo fenomeno è indice del fatto che il farmaco sta funzionando: i follicoli in riposo hanno ripreso la loro attività e prodotto un nuovo capello che crescendo spinge fuori e fa cadere quello vecchio.

torna su

39) E' utile ogni tanto sospendere la terapia con finasteride o con minoxidil per permettere al corpo di non assuefarsi?
No. Tutti i trattamenti della calvizie devono essere effettuati regolarmente con continuità. La sospensione anche temporanea della terapia porta ad una ricaduta della malattia.

torna su

40) La finasteride è controindicata nella donna?
Nella donna in età fertile il farmaco è controindicato in quanto in caso di gravidanza può provocare una mancata virilizzazione del feto di sesso maschile. Non vi sono controindicazioni all'utilizzo del farmaco nelle donne in menopausa.

torna su

41) E’ vero che alcuni estratti vegetali come il saw palmetto sono efficaci nel trattamento della calvizie?
I semi, la corteccia, il polline ed i frutti di numerose piante contengono fitosteroli, composti con struttura chimica simile a quella del colesterolo. I fitosteroli sono inibitori della 5-alfa reduttasi e quindi agiscono con lo stesso meccanismo chimico della finasteride.

torna su

42) Il trapianto di capelli è una terapia utile o è soltanto un trattamento palliativo?
L'autotrapianto di capelli è un trattamento molto efficace della calvizie. Attenti invece ad altre tecniche come il trapianto di capelli artificiali che invece non solo non sono utili ma possono provocare gravi danni.

torna su

43) Il trapianto è una soluzione definitiva al problema?
Non sempre. Infatti l'aspetto estetico non dipende solo dai capelli trapiantati ma anche dai capelli "originali" che sono rimasti. Se questi si riducono la calvizie peggiora anche se il trapianto è ben riuscito. Per questo il trattamento ottimale è un trattamento di combinazione trapianto + terapia medica

torna su

44) Non esistono rischi di rigetto dei capelli trapiantati?
No. Trattandosi di un autotrapianto questo rischio non esiste. Il mancato “attecchimento” dei capelli trapiantati è raro e può derivare da un’errata tecnica chirurgica o da una cattiva circolazione della zona che riceve il trapianto.

torna su

45) E' vero che l'alopecia areata è provocata dallo stress?
No, non vi è nessuna dimostrazione che lo stress può causare la malattia. E' invece indubbio che la malattia provoca molto stress nei soggetti colpiti.

torna su

46) E' possibile attaccarsi i pidocchi andando dal parrucchiere?
E' molto difficile. Può accadere solo se le spazzole e i pettini non vengono puliti dopo l'uso. E' infatti possibile che i capelli a cui sono adese le uova rimangano attaccati alla spazzola e quindi trasferiti sui capelli di un altro soggetto.

torna su

47) La tintura dei capelli può causare allergie?
Si, le tinture dei capelli contengono la parafenilendiamina e i suoi derivati che possono essere causa di allergie. E' importante che i parrucchieri usino sempre i guanti quando applicano le tinture.

torna su

48) L'alopecia areata è contagiosa?
No, la malattia spesso colpisce più membri della stessa famiglia in quanto vi è una predisposizone ereditaria ad ammalarsi.

torna su

49) I capelli mi fanno male, perché?
La sensazione di dolore e fastidio al cuoio capelluto spontaneo o al tatto è detto tricodinia. E' un sintomo frequente del telogen effluvium.

torna su

50) Perché la calvizie si associa spesso ad un aumento dei peli superflui?
Perché gli stessi ormoni che assottigliano i capelli stimolano i peli di altre regioni corporee provocando un aumento della peluria.

torna su