ALOPECIA AREATA
ALOPECIA DA FARMACI
CADUTA DEI CAPELLI
CALVIZIE
ALOPECIA ANDROGENETICA MASCHILE
ALOPECIA ANDROGENETICA FEMMINILE
CAPELLI SECCHI E FRAGILI
FORFORA
LICHEN PLANO
PEDICULOSI
TRICOTILLOMANIA
 
 


L’alopecia areata è una malattia molto frequente, della quale ancora non si conosce la causa, che colpisce circa 1 persona su 100 nel corso della vita. Studi recenti indicano che a scatenare la malattia è probabilmente un virus non ancora identificato.

Esiste una predisposizione genetica, cioè ereditaria ad ammalarsi di alopecia areata.

Nel 30-40% dei pazienti è presente una familiarità per la malattia: nei gemelli omozigoti, ad esempio, l’alopecia areata si manifesta alla stessa età e con gli stessi aspetti clinici.

Nell’alopecia areata i capelli cadono, perché i follicoli piliferi sono bersaglio di una risposta immunitaria sbagliata; si parla di malattia autoimmune. In pratica l’attività del follicolo pilifero viene bloccata dai linfociti che impediscono la produzione del pelo. Il follicolo però non viene mai distrutto, rimane come ibernato e in qualsiasi momento può riprendere a funzionare in maniera normale anche senza alcun trattamento. Anche se molti medici considerano l’alopecia areata una malattia psicosomatica, tutti gli studi più recenti indicano che lo stress non è la causa della malattia. L’alopecia areata determina però nei pazienti colpiti, un notevole stress psicologico che può influenzare negativamente la qualità della vita.

L’alopecia areata spesso compare per la prima volta nell’infanzia ed esordisce tipicamente in maniera acuta, con la comparsa di chiazze rotondeggianti prive di peli. La cute a livello delle chiazze è assolutamente normale, senza arrossamento o desquamazione.
Le chiazze compaiono più spesso sul cuoio capelluto o sulla barba. L’alopecia areata può interessare qualsiasi parte del corpo e di rado può manifestarsi solo a livello di ciglia, sopracciglia, peli pubici o ascellari.
Talvolta, soprattutto nell’infanzia, può manifestarsi con una perdita diffusa di capelli senza tipiche chiazze. Nei casi gravi la malattia si diffonde a colpire tutti i capelli (alopecia totale) o tutti i peli del corpo (alopecia universale). Un altro segno di gravità della malattia è la sua localizzazione lungo l'attaccatura dei capelli (ofiasi). L'alopecia areata può a volte associarsi a malattie della tiroide. Circa un quarto dei pazienti ha alterazioni delle unghie.

Per una corretta diagnosi bisogna consultare un dermatologo. La diagnosi può essere confermata dal pull test, utile nei casi atipici o nelle forme ad esordio acuto.

Approfondimento: La terapia dell’alopecia areata.