ALOPECIA AREATA
ALOPECIA DA FARMACI
CADUTA DEI CAPELLI
CALVIZIE
ALOPECIA ANDROGENETICA MASCHILE
ALOPECIA ANDROGENETICA FEMMINILE
CAPELLI SECCHI E FRAGILI
FORFORA
LICHEN PLANO
PEDICULOSI
TRICOTILLOMANIA
 
 

La prima struttura del capello ad essere danneggiata da fattori ambientali, fisici e chimici, è la cuticola, le cui cellule si sollevano lasciando a poco a poco scoperta la corteccia sottostante. La corteccia del pelo, quando la cuticola scompare, si indebolisce progressivamente fino alla rottura. Nei casi più gravi il capello presenta piccoli rigonfiamenti biancastri (tricoressi nodosa) e doppie punte (fissurazioni distali).

Il capello danneggiato appare opaco in quanto la scomparsa della cuticola fa sì che il capello non rifletta più la luce; è anche difficilmente pettinabile in quanto il sollevamento delle cellule della cuticola aumenta il coefficiente di frizione; diventa infine poroso e quindi difficile da asciugare e secco al tatto una volta asciutto.
Nelle aree di corteccia danneggiata, la rottura degli aminoacidi del capello fa sì che si formino delle cariche elettriche negative che rendono i capelli “elettrici” e difficilmente pettinabili.

Il capello è una struttura “morta” che una volta danneggiato non può più essere riparato, per questo è importante proteggere il capello evitando trattamenti cosmetici aggressivi che possono provocare danni irreparabili. Anche l’inquinamento, le radiazioni solari e il contatto con sostanze chimiche provocano danni permanenti al fusto del capello.

Fattori che provocano danni al fusto
Fattori ambientali
  • sole
  • acqua di mare e di piscina
  • vento
  • inquinamento
Trattamenti cosmetici
  • spazzolatura, pettinatura
  • strumenti elettrici
  • tinture, decolorazioni, permanenti

Sole
Le radiazioni solari provocano la rottura dei ponti di cistina con formazione di radicali liberi all’interno della corteccia. La melanina viene parzialmente ossidata e per questo i capelli si schiariscono.
Dopo l’esposizione al sole i capelli diventano più chiari in quanto il fusto ha subito dei danni.

Acqua di mare e di piscina
La frizione con l’acqua provoca alterazioni della cuticola. Anche il cloro della piscina altera il colore dei capelli in quanto danneggia la cuticola e provoca un’ossidazione della melanina contenuta nella corteccia del pelo. I capelli dei nuotatori sono spesso fragili e più chiari.
I capelli decolorati possono diventare verdi in seguito a bagni frequenti in piscina, ciò è dovuto alla presenza di alghicidi che contengono rame.