IL CAPELLO
LA PULIZIA
LA COSMESI
TRATTAMENTI ESTETICI
 
 

Spazzolatura e pettinatura

L’uso di pettini e spazzole di cattiva qualità danneggia meccanicamente il capello: è quindi importante che gli strumenti utilizzati nella pratica quotidiana siano uniformemente lisci e privi di irregolarità o asperità.
E’ consigliabile districare i capelli da asciutti in quanto i capelli bagnati sono più elastici ed estensibili e quindi si rompono più facilmente.

E’ bene evitare di spazzolare eccessivamente i capelli. Anche la cotonatura, sollevando le cellule della cuticola, danneggia i capelli

Asciugatura con strumenti elettrici

Il calore danneggia le proteine della cuticola denaturandole ed è quindi importante che tutti gli strumenti utilizzati per l’asciugatura non raggiungano temperature troppo elevate.
Una caratteristica lesione del capello dovuta all’eccessivo calore sono i capelli “a bolle” che osservati al microscopio presentano delle vere bolle all’interno del fusto. Infatti quando gli apparecchi elettrici raggiungono temperature superiori ai 100°C, temperatura di ebollizione dell’acqua, l’acqua contenuta all’interno del capello si trasforma in vapore che espandendosi crea delle cavità, le bolle, all’interno del capello stesso. Questa grave alterazione del capello deriva più facilmente dall’uso di arricciacapelli, piastre o asciugacapelli difettosi.

La messa in piega permette di modificare temporaneamente la forma dei capelli. Quando il capello viene bagnato i milioni di legami ad idrogeno che legano fra di loro le catene di cheratina si rompono. Questi legami si riformano quando l’acqua evapora durante l’asciugatura ed è per questo che diventa possibile modificare la forma dei capelli stirandoli o arricciandoli, facendo cioè in modo che i nuovi legami si formino nella posizione desiderata. Non appena il capello si bagna o viene a contatto con l’umidità, i legami ad idrogeno si rompono nuovamente e i capelli ritornano alla loro forma originale.