IL CAPELLO
LA PULIZIA
LA COSMESI
TRATTAMENTI ESTETICI
 
 

I prodotti di decolorazione sono destinati ad apportare una schiaritura più o meno intensa ai capelli. Essi permettono di schiarire una capigliatura naturale e realizzare una colorazione permanente in una tonalità molto più chiara rispetto a quella iniziale, oppure consentono di “decappare” una colorazione.

Per decolorare i capelli è necessario alterare chimicamente la melanina che è naturalmente presente all’interno del capello . A questo scopo vengono utilizzati agenti ossidanti in soluzione alcalina, o più comunemente l’acqua ossigenata. Questa può essere usata da sola o con un agente colorante a seconda del colore finale che si vuole ottenere; ad un maggior impiego di acqua ossigenata corrisponde una maggiore decolorazione.

I nostri capelli contengono 2 tipi di melanina: la “eumelanina” di colorito nero e la “feomelanina” di colorito rosso. Con la decolorazione la eumelanina viene ossidata più facilmente e per questo è frequente che, se il trattamento non è effettuato bene, i capelli decolorati assumano un colorito rossastro in quanto la eumelanina è stata completamente ossidata mentre la feomelanina è ancora presente. Ripetendo più volte la decolorazione, si rimuove completamente anche la feomelanina e i capelli diventano di un giallo-rossastro simile al colore della nicotina, questo perché la cheratina che è il costituente della fibra del capello, è di colore giallo pallido.
Perché la sostanza ossidante utilizzata per la decolorazione raggiunga l’interno del capello e si leghi alla melanina è necessario che passi attraverso la cuticola, cioè attraverso lo strato più esterno del capello, che normalmente ha la funzione di proteggere la corteccia dall’ambiente. Per passare attraverso la cuticola è indispensabile che le squame della cuticola si sollevino e questo avviene a causa dell’alcalinità della soluzione.

Ripetere il trattamento di decolorazione produce un danno permanente alla cuticola le cui squame rimangono permanentemente sollevate. Questo aumenta la porosità del capello rendendo le future decolorazioni più difficili: infatti il capello molto poroso reagisce male alle decolorazioni assumendo tonalità irregolari. Decolorare ripetutamente il capello fa sì che esso diventi debole, fragile, opaco e nei casi estremi che si spezzi facilmente.
I capelli danneggiati da ripetute decolorazioni possono assumere un colore verdastro soprattutto se vengono a contatto con prodotti che contengono rame o cloro.

La decolorazione distrugge circa il 50% dei ponti di cistina che collegano gli aminoacidi e quindi la resistenza del capello si riduce di circa la metà

Questa tecnica richiede sempre la miscelazione di due o tre prodotti al momento dell’impiego:

  • Una polvere a base di per-sali (generalmente sodium persulfate o potassium persulfate), addizionata di agenti alcalini.
  • Un ossidante a base di acqua ossigenata (hydrogen peroxide).
  • Un olio o una crema, contenenti ammonium hydroxide.

I prodotti per la decorazione si presentano sotto diverse forme:

  • Oli da miscelare con un ossidante liquido.
  • Polvere da miscelare con un olio e un ossidante liquido.
  • Polvere da miscelare con una crema e un ossidante liquido.
  • Crema da miscelare semplicemente con un ossidante liquido.

Le polveri contengono essenzialmente i persolfati che, sviluppando ossigeno, provocano la decolorazione, e gli agenti alcalini, che portano il pH a valori basici e facilitano la penetrazione del prodotto decolorante all’interno della fibra capillare.