ALOPECIA AREATA
ALOPECIA DA FARMACI
CADUTA DEI CAPELLI
CALVIZIE
ALOPECIA ANDROGENETICA MASCHILE
ALOPECIA ANDROGENETICA FEMMINILE
CAPELLI SECCHI E FRAGILI
FORFORA
LICHEN PLANO
PEDICULOSI
TRICOTILLOMANIA
 
 
La diagnosi di alopecia androgenetica può essere effettuata solo dal Dermatologo esperto in Tricologia che può avvalersi di numerosi accertamenti che permettono di confermare la presenza della malattia anche nei casi dubbi e di verificarne il decorso e la risposta ai trattamenti.

  • Pull test

    Permette di valutare se la caduta dei capelli è eccessivamente aumentata rispetto alla norma. I risultati di questo test dipendono molto dalla data del lavaggio ed è sempre bene effettuarlo a capelli puliti. Quando con una lieve trazione si estraggono meno di 6 capelli il risultato del test è considerato nella norma.

    Chiudi Pull test

  • Wash test

    Viene effettuato dal soggetto stesso attraverso la conta dei capelli che cadono durante il lavaggio. Il test non viene eseguito durante la successiva spazzolatura e asciugatura. Come il Pull test, questo test è attendibile solo quando è effettuato a capelli relativamente puliti ( non più di 2 gg dal lavaggio precedente). E’ considerata normale una caduta di 100-150 capelli.

    Chiudi Wash test

  • 60 seconds hair count

    Questo test è stato recentemente validato per l’uomo, non ancora per la donna. Il test consiste nel lavare i capelli per 3 giorni consecutivi ed il quarto giorno, prima del lavaggio, si pettinano i capelli per 1 minuto e si contano quanti vengono persi. Per questo test i valori normali nell’uomo sono una media di 10 capelli.

    Chiudi 60 seconds hair count

  • Tricogramma

    Valuta con precisione la percentuale di capelli in anagen cioè in crescita rispetto ai capelli in telogen che stanno per cadere. L’esame è semi-invasivo in quanto i capelli vengono strappati con un’apposita pinza e poi osservati al microscopio.

    Chiudi Tricogramma


  • Trichoscan

    Si tratta di una tecnica computerizzata che permette di contare i capelli in un’area target e di verificare le variazioni nel tempo. Per eseguire questo esame è necessario effettuare un piccolo tatuaggio e rasare i capelli nella zona da esaminare



    che viene poi analizzata dal programma computerizzato

    Chiudi Trichoscan


  • Dermatoscopia

    Accertamento non invasivo che permette di distinguere l’alopecia androgenetica da altre patologie del capello che si manifestano con diradamento o aumento della caduta. Nell’alopecia androgenetica è presente una variabilità del diametro dei capelli, conseguenza del processo di assottigliamento.

    Chiudi Dermatoscopia


  • Fotografia globale

    Test fondamentale per valutare nel tempo la risposta della malattia ai trattamenti.Chiudi Fotografia globale


  • Biopsia

    Esame molto importante in caso di dubbi diagnostici. In particolare viene utilizzato per poter distinguere l’alopecia androgenetica dal telogen effluvium cronico e dall’alopecia areata incognita. Si tratta di un esame invasivo effettuato in anestesia locale e consiste nell’asportazione di un cilindretto di cute del diametro di 4 mm che poi viene sottoposto ad esame istologico.Chiudi Biopsia


  • Test genetico

    E' oggi disponibile un test genetico (HairDx) che viene effettuato sulla saliva e permette di definire qual’è il rischio di sviluppare la malattia. Il test studia le variabilità nel gene per il recettore degli androgeni e può rivelarsi in futuro importante anche per identificare i pazienti che possono trarre beneficio dal trattamento con farmaci antiandrogeni.Chiudi Test genetico



Speciale Alopecia Androgenetica Femminile