ALOPECIA AREATA
ALOPECIA DA FARMACI
CADUTA DEI CAPELLI
CALVIZIE
ALOPECIA ANDROGENETICA MASCHILE
ALOPECIA ANDROGENETICA FEMMINILE
CAPELLI SECCHI E FRAGILI
FORFORA
LICHEN PLANO
PEDICULOSI
TRICOTILLOMANIA
 
 

La calvizie o alopecia androgenetica femminile è un problema molto comune che colpisce circa il 50% delle donne nel corso della vita. Questa patologia presenta 3 picchi principali di comparsa:
  • alla pubertà
  • dopo la/le gravidanza/e
  • dopo la menopausa

La calvizie femminile si manifesta con un progressivo diradamento dei capelli perciò il cuoio capelluto diventa visibile.

E’ spesso difficile per chi ne soffre individuare a chi rivolgersi, infatti, si stima che il 70% delle pazienti ricorre al Dermatologo solo dopo avere già chiesto aiuto in farmacia, al parrucchiere, o cercato rimedi ‘fai-da-te’ su internet.

Cause
L’alopecia androgenetica femminile è dovuta ad un progressivo assottigliarsi dei capelli causato da una eccessiva sensibilità del follicolo agli effetti degli ormoni androgeni.
Tale sensibilità agli ormoni dipende da fattori genetici.


La sensibilità dei follicoli piliferi agli ormoni androgeni dipende soprattutto da un enzima, la 5a reduttasi di tipo 2, prodotto dalle cellule del follicolo. Questo enzima trasforma il testosterone, il principale ormone maschile, nel suo derivato più potente, il diidrotestosterone o DHT, principale responsabile dell’alopecia androgenetica.

I follicoli delle aree del cuoio capelluto che vanno incontro a calvizie producono infatti alte quantità di questo enzima e quindi alte quantità di DHT.

L'assottigliamento del capello è conseguenza di un processo di riduzione del follicolo che prende il nome di miniaturizzazione. La miniaturizzazione follicolare è provocata dal DHT e può essere prevenuta e arrestata impedendo la formazione di questo ormone.


Dosaggi ormonali
E’ fondamentale che queste indagini non vengano effettuate durante l’assunzione di una pillola anticoncezionale.
Gli esami principali da effettuare sono:
  • Testosterone totale
  • SHBG (sexual hormon binding globulin
  • Androstenedione
  • DHEA-S
  • Progesterone (al 24 giorno del ciclo per verificare se c'è ovulazione)
Le principali cause di telogen effluvium sono:
  • Carenza di ferro

    E’ importante che i valori ematici di ferritina (indice delle riserve di ferro dell’organismo) siano > a 30 ng/ml, anche se alcuni laboratori indicano valori normali inferiori. Molte donne hanno una carenza cronica di ferro a causa del ciclo mestruale abbondante associato a scarso apporto di ferro con l’alimentazione.

    Chiudi Carenza di ferro

  • Patologie tiroidee

    E’ sempre opportuno verificare il corretto funzionamento della tiroide. Attenzione: molti prodotti dimagranti anche topici possono contenere sostanze che interferiscono con l’attività tiroidea.

    Chiudi Patologie tiroidee

  • Diete dimagranti

    Sono una frequente causa scatenante l’alopecia androgenetica nell’adolescenza; anche una dieta da 1200 calorie può causare un aumento della caduta.

    Chiudi Diete dimagranti

  • Stress

    Causa la liberazione sistemica e perifollicolare di alcuni neuropeptidi fra cui la sostanza P che attraverso i macrofagi e i mastociti induce la liberazione di mediatori dell’infiammazione che provocano il telogen del follicolo. Dati clinici indicano che generalmente la caduta insorge 2-4 mesi dopo l’evento stressante.

    Chiudi Stress

  • Fumo

    Il peggioramento avviene attraverso diversi meccanismi: effetto vasocostrittore con riduzione della perfusione a livello della papilla dermica del follicolo pilifero, produzione di radicali liberi che provocano un danno ossidativo, effetto sugli ormoni con riduzione dei livelli di estrogeni. Uno studio recente ha mostrato che l’aggravamento della calvizie è statisticamente correlato con il fumo di 20 o più sigarette al giorno.

    Chiudi Fumo

  • Dermatite seborroica

    Peggiora l’alopecia androgenetica poichè provoca infiammazione cronica del cuoio capelluto, aumentando la caduta dei capelli. Si è visto che le riacutizzazioni stagionali della dermatite si associano a periodi di incremento della caduta.

    Chiudi Dermatite seborroica

  • Farmaci

    Molti farmaci, come integratori che contengono vitamina A, farmaci per curare la depressione o per ridurre il colesterolo, possono indurre un’eccessiva caduta dei capelli e, in soggetti predisposti, scatenare o aggravare improvvisamente l’alopecia androgenetica.

    Chiudi Farmaci

A seconda della localizzazione del diradamento si distinguono 3 varietà cliniche di alopecia androgenetica femminile:
  • Christmas tree pattern (varietà ad albero di Natale): interessa soprattutto le adolescenti. Il diradamento è più accentuato a livello della parte centrale dell’attaccatura dei capelli con un pattern triangolare che ricorda un albero di Natale.
  • Tipo Ludwig: si manifesta con un diradamento che interessa uniformamente la sommità del capo causando un allargamento della riga centrale.
  • Tipo Hamilton: è più frequente in postmenopausa. Si manifesta con una stempiatura ed un diradamento della regione del vertice, come nell’uomo. Questa varietà clinica, quando insorge in età giovane, risulta spesso associata a patologie ormonali.
Per scoprire qual è il tuo rischio di caduta dei capelli, prova a compilare il test di autovalutazione studiato dai Dermatologi GITRI.
E’ fondamentale ricordare che un intervento qualificato e tempestivo può fare la differenza, infatti, quando si tratta di caduta dei capelli, solo il Dermatologo esperto in Tricologia può formulare una diagnosi corretta e valutare la terapia più opportuna, caso per caso. Perciò è meglio evitare i rimedi “fai da te” ed è importante rivolgersi subito al Dermatologo.



Speciale Alopecia Androgenetica Femminile